Cessazione e mantenimento in servizio del personale delle Istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale - a.a. 2008/09.



Direzione Generale Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica Ufficio III Statuti e personale docente e non docente

 

Protocollo: n. 694/MGM Roma, 24 gennaio 2008
   
  Ai Direttori e ai Presidenti delle Accademie di Belle Arti, dei Conservatori di Musica, delle Accademie Nazionali di Danza e di Arte Drammatica, degli Istituti Superiori per le Industrie Artistiche
e p. c.
Alle Organizzazioni Sindacali: Flc Cgil Cisl Università Confsal Snals Uil Afam Unione Artisti Unams

 

OGGETTO: Cessazione e mantenimento in servizio del personale delle Istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale - a.a. 2008/09.

Come è noto, con la legge 24 dicembre 2007, n 247 è stata data attuazione al cd. Protocollo sul welfare del 23 luglio 2007 e sono stati modificati i requisiti per il conseguimento della pensione di anzianità previsti dalla legge 23 agosto 2004, n. 243.
Nel confermare che i lavoratori dipendenti, già salvaguardati dalla legge n. 243/04, che, entro il 31 dicembre 2007, hanno compiuto 57 anni di età e maturato una anzianità contributiva di almeno 35 anni possono accedere al trattamento pensionistico secondo la normativa previgente, si segnala che la recente modifica legislativa consente ai lavoratori dipendenti che compiranno 58 anni di età entro il 31 dicembre 2008 l'accesso al trattamento pensionistico, fermo restando il requisito minimo di 35 anni di anzianità contributiva.  
Premesso quanto sopra esposto, si forniscono, come di consueto, le indicazioni operative in merito alle modalità e alla tempistica delle cessazioni e dei mantenimenti in servizio, per l'a.a. 2008/09, del personale docente e amministrativo e tecnico delle Accademie di Belle Arti, delle Accademie Nazionali di Danza e di Arte Drammatica, dei Conservatori di musica e degli Istituti Superiori per le Industrie Artistiche.

Le domande di collocamento a riposo per compimento del 40° anno di servizio utile al pensionamento, di dimissioni volontarie, di trattenimento in servizio a qualsiasi titolo oltre il compimento del 65° anno di età, di cessazione anticipata rispetto alla data finale indicata in un precedente provvedimento di permanenza in servizio e quelle di trasformazione del rapporto di lavoro in tempo parziale con contestuale riconoscimento del trattamento di pensione, ai sensi del decreto 29 luglio 1997 n. 331 del Ministro per la Funzione Pubblica dovranno essere presentate nell'Istituzione di titolarità entro e non oltre il 29 febbraio 2008; si precisa che tutte le domande presentate valgono, per gli effetti, dal 1° novembre 2008.
La revoca delle istanze sopra citate è consentita solamente entro la medesima data del 29 febbraio 2008. 
Si rammenta, inoltre, che ai sensi della nota prot. 1550 del 14.3.2005, cui si fa riferimento, le domande di cessazione dal servizio, nonché l'eventuale revoca delle stesse, dovranno essere presentate direttamente dagli interessati, anche alla competente sede provinciale dell'INPDAP.
Entro il 26 marzo 2008 codeste Istituzioni dovranno accertare la sussistenza del diritto al trattamento pensionistico del proprio personale e comunicare l'eventuale mancata maturazione di tale diritto ai dimissionari interessati, indicando loro la possibilità di ritirare la domanda entro cinque giorni dal ricevimento della comunicazione stessa.
L'accettazione delle domande di collocamento a riposo per compimento del 40° anno di servizio, di dimissioni volontarie dal servizio e di trattenimento in servizio si intende avvenuta alla data del 31 marzo 2008, senza l'emissione di un provvedimento formale.
Entro la medesima data del 31 marzo 2008, lo scrivente comunicherà l'eventuale rifiuto o ritardo nell'accoglimento della domanda di dimissioni nei casi in cui sia in corso un procedimento disciplinare; a tal fine i nominativi di coloro che hanno presentato domanda di dimissioni volontarie dovranno essere tempestivamente comunicati al Ministero a mezzo fax al numero 06/97727736.
Nell'ipotesi sopra indicata, le dimissioni sono accettate con effetto dalla data di emissione del relativo provvedimento.
Dal 7 al 16 aprile 2008, attraverso il collegamento al sito riservato, sarà effettuato l'inserimento al sistema informatico dei nominativi di coloro che cesseranno dal servizio o che continueranno a prestarlo oltre il limite di età a decorrere dall'1.11.2008
Si confida nel rispetto dei tempi sopraindicati, inevitabilmente correlati ai successivi adempimenti procedurali per la mobilità del personale e per la copertura dei posti vacanti.
Nell'invitare le SS.LL. a dare la massima diffusione alla presente, si rammenta che la valutazione delle domande, secondo le regole sopra esposte, è di esclusiva competenza di codeste Istituzioni.

  IL DIRETTORE GENERALE
Dott. Giorgio Bruno Civello
F.to Civello